Paella de marisco

Voglia di mangiare qualcosa di diverso . Voglia di ricordare viaggi e vacanze ormai passati . Un pò di malinconia ed eccomi a pensare di assaporare una deliziosa paella con la mia famiglia. A voi non capita mai?

La paella mette sempre tutti d accordo e ormai ho imparato a gestirla senza stressarmi troppo con la preparazione.

Come pesce l’ideale è quello da zuppa come ad esempio la tracina, la rana pescatrice, la gallinella e lo scorfano, opportunamente sfilettato e spinato. Come crostacei e molluschi puoi usare quelli che preferisci e che gradite maggiormente . Le teste e spine le utilizzerete per fare il brodo di pesce. In realtà la mia ricetta varia sempre in base a quello che mi offre il pescivendolo . Una vecchia amica di famiglia di origine spagnola mi spiegò che è una ricetta di recupero, si usa quello che si ha a disposizione! Si può fare anche solo con crostacei e mollischi. Il riso ideale è della varietà spagnola Bomba, reperibile facilmente in rete, in sostituzione è da preferire il riso carnaroli o arborio. Io ho usato il Bomba acquistato su amazon.

250 g riso bomba


q.b.olio extravergine d’oliva
q.b.pepe nero
1cipolla (Io ho usato di Tropea)
1 spicchio aglio
1 ciuffo di prezzemolo
q.b.vino bianco (facoltativo, infatti io non l ho messo )
zafferano in pistilli (o 2 bustine)
80 g piselli surgelati (o freschi)
1 pesce da zuppa (trancio o sfilettato, io ho trovato una bellissima gallinella )
250 g gamberoni (o mazzancolle)
250 gscampi ( vanno bene anche le cicale)
250 g calamari ( oppure totani)
400 g cozze
250 gvongole (spurgate)
100 g gamberi (o gamberetti)


Per questa preparazione è necessaria una paellera ma in mancanza si può tranquillamente usare una padella larga (sarebbe ideale non antiaderente). La caratteristica di questa ricetta è la saporita crosticina che si forma sulla base e ai lati della paellera, stà a voi decidere quella più idonea alle tue necessità.

Può sembrare una ricetta lunga e difficile ma in realtà è solo una ricetta che necessita di un pochino di organizzazione e gestione dei tempi.

Mettiamoci ai fornelli ….

  1. Sbucciaea i gamberetti ed elimintea il budello, conserva il carapace e le teste
  2. . Pute li e taglia a cubetti il trancio di pesce. Con le teste dei gamberi ed i residui del pesce prepara un brodo di pesce. In una pentola alta e capiente come quella per fare la pasta metti un filo di olio e rosolaci tutti i residui di pesce, teste e carapace dei gamberi, versa abbondante acqua fredda e lascia bollire lentamente per una trentina di minuti, filtra il brodo con un colino a maglie strette in una pentola pulita e mantieni in caldo a disposizione. In un piattino condisci i gamberetti con sale, olio e pepe. Riscalda una padella antiaderente e saltaci, cuoci, velocemente i gamberi fino a quando cambiano colore, toglili dalla padella e conservali in una ciotola coperti da pellicola.
  3. Conidsci anche i calamari puliti con olio, sale e pepe e saltali velocemente nella stessa padella calda utilizzata in precedenza. Anche in questo caso toglili immediatamente e conservarli in una ciotola coperti da pellicola.
  4. Fai aprire le vongole nella padella calda con un filo d’olio ed il coperchio e tieni da parte anche queste. Sgusciane alcune e conserva le più belle eliminando solo una delle due conchiglie, conservando quella con il mollusco
  5. Fai aprire le cozze nella padella con un filo d’olio e tieni da parte anche loro. Sgusciane alcune e conserva le più belle eliminando solo una delle due conchiglie, conservando quella con il mollusco attaccato.
  6. Salare, pepare ed oleare i gamberoni, saltarli in padella velocemente e sfumarli con mezzo bicchiere di vino bianco, appena il vino è evaporato riporre anche loro in un piattino
  7. Passiamo ora alla paellera. Metti un filo di olio extra vergine di oliva e aggiungi l’aglio tritato, lascia leggermente insaporire, sempre girando con un cucchiaio di legno, aggiungi la cipolla tritata e lascia ammorbidire anch’essa, successivamente sala e pepa il pesce tagliato a cubetti e lo aggiungi all’aglio, cipolla e olio extra vergine di oliva.
  8. Inserisci i piselli e dopo un poco il riso che farai tostare leggermente.
  9. Una volta tostato il riso inizia ad aggiungere mestoli di brodo di pesce e crostacei bollente. Poi inserisci lo zafferano e porta a cottura aggiungendo, ogni volta che si assorbe, brodo bollente e girando spesso con il cucchiaio di legno. Occorreranno circa 18 minuti.
  10. A cottura quasi ultimata abbassa la fiamma ed aggiungi al composto i gamberetti sgusciati e saltati in padella, i calamari, le cozze e le vongole senza conchiglie, rigiarale bene nel riso e componi la paella con i molluschi interi per la presentazione. Da questo momento non girare più con il cucchiaio, lascia un poco sul fornello fino a quando si forma una lieve crosticina saporita, è questa una delle peculiarita della paella, ma stai attento a non farla bruciare. Cospargi di prezzemolo tritato, un filo d’olio extra vergine a crudo e spegni il fuoco.
  11. Buon appetito 😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...